giovedì 17 giugno 2010

Luca Montersino.....ancora!!



Ancora una preparazione favolosa di pasticceria salata del grande Maestro Luca Montersino, ideale per un buffet o un aperitivo. Facilissimo e veloce.
Ne sono venuta a conoscenza grazie ad Anarona di Coquinaria, l'ho provata ed è magnifica!
Gustosa e ottima anche fredda, il che non guasta data la calura estiva!!!
Il sapore dolce del pan brioche si adatta benissimo a questa preparazione e non disturba affatto!!
Anzi!!

Terrina di pane e verdure

350 gr. di pan brioche tagliato a fette (1 pacco del Mulino Bianco o simili) o pane per tramezzini
40 gr. di burro fuso
400 gr. di verdure miste -zucchine a rondelle, peperoni a quadretti, carote a rondelle sottili, cipolle (io non le metto)
50 gr. di pecorino
50 gr. di parmigiano
200 gr. di panna
100 gr. di latte
2 uova
sale, pepe
olio evo
burro per imburrare

Togliere la crosta dalle fette di pane, pennellarle con il burro e farle tostare in forno a 150° per alcuni minuti.
Rosolare le verdure in una padella con poco olio, mantenendole croccanti, salare pepare e far raffreddare.
Portare a bollore la panna  con il latte e poi versare il tutto sulle uova sbatute con parte dei formaggi grattugiati, un pizzico di sale e pepe.
Imburrare uno stampo che consenta di fare tre strati di pane, vanno bene anche quelli di alluminio usa e getta. Bagnare le fette di pane tostato nel composto di panna, disporle sul fondo dello stampo. Mettere un po' di verdure e spolverare con pecorino e parmigiano. Fare un altro strato e continuare così fino ad esaurimento. Coprire con il composto liquido avanzato.
Cuocere in forn a 160° per 30 minuti circa.
Quando è freddo tagliare a cubotti e servire.
Provatelo, è buono buono buono!!!

venerdì 4 giugno 2010

Il Re del buffet.......



Si, è lui!
Il Re assoluto dei buffet.
Sopravvive a tutto.
Ai finger food, alla pasticceria salata, accostamenti, intrugli e novità.
Un classico intramontabile. Quando ero piccola e andavo alle feste speravo sempre di trovarlo. Troneggiava sul tavolo ma era sempre troppo ambito...troppo poco.... Raramente ne ho visti due in un solo buffet!! Ricordo che li sfornava un forno nei pressi della stazione del mio paese. Li vendeva farciti e non, e in entrambi i casi costavano un botto!!
Solo una volta l'ho comprato, farcito.
Avevo 15 anni era il mio compleanno. Lo avrei festeggiato con i compagni di classe a casa mia.
Ho raccomandato al fornaio di farmelo "bello".Quando l'ho ritirato lo tenevo sulle ginocchia in macchina, attenta che non si scomponesse, mi sembrava di tenere in mano un gioiello. Ero emozionata, tanto.....
La stessa emozione l'ho provata quando avvicinandomi ai lievitati salati ho scoperto che c'era la ricetta. La ricetta???
NONE'POSSIBILENONCICREDO!!!!  Potevo farmelo da me!
Allora subito a comprare stampi di carta e provare varie ricette. Buoni si ma non erano come quello del forno vicino la stazione (che adesso purtroppo ha lasciato il posto ad altra attività....).
Io volevo quello. Ed ho insistito. Li ho provati tutti! E dopo vari tentativi e parecchi chili i più sui miei fianchi alla fine l'ho trovato... Lui, quello dei miei quindici anni. Stesso profumo, stessa texture, stessa fragranza stessa emozione. Lo addento, chiudo gli occhi e...ho di nuovo 15 anni (solo per un attimo...purtroppo!!)
Da allora non manca mai nei miei buffet.
Ringrazio Katia-spina. La ricetta è sua, io l'ho variata un pò nel procedimento di impasto.
Signori e signore.....ecco a voi...

il PANETTONE GASTRONOMICO



ingredienti per uno stampo di 1 Kg:

300 di farina manitoba
250 gr. di farina 00
200 gr. di acqua frizzante
100 gr. di latte
1 cubetto di lievito di birra fresco
30 gr. di olio d'oliva
50 gr. di parmigiano(grattugiato)
4 tuorli
sale 10 gr
2 cucchiaini di zucchero

impastare tutto (io lo faccio nella planetaria) avendo cura di inserire in ultimo il sale e i tuorli uno per volta e mettere a lievitare. Al raddoppio sgonfiare dare le pieghe del secondo tipo di Adriano e con le mani unte di olio posizionarlo nello nello stampo di carta
Quando lievita superando un pochino il bordo dello stampo infornare a 180° per 30 minuti (io metto un paio di piccoli recipienti pieni di acqua in forno e prima di infornare spuzzo le pareti del forno di acqua (non so se serve ma così mi viene mooorbido mooorbido).
Far raffreddare (possibilmente capovolto ma a volte non l'ho fatto e non ho notato alcuna differenza) e tagliare a fette di 1 cm di spessore. Farcire a piacere, conservarlo qualche ora in frigo prima di servirlo.

Condividi!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...